home

MASTER DI II LIVELLO
FORMAZIONE UNIVERSITARIA
MATERIALI PER LA RICERCA

dirittopenitenziarioecostituzione.it

Roma3

5 giugno 2014, pubblicata la decisione del Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa sul caso Torreggiani.

Il Comitato dei ministri del Consiglio d’Europa ha discusso, ad un anno dalla "sentenza Torreggiani", sul problema del sovraffollamento carcerario in Italia. Nella decisione, pubblicata il 5 giugno, scrive di aver accolto "positivamente l’impegno delle autorità italiane a risolvere il problema del sovraffollamento delle carceri in Italia e i risultati significativi ottenuti in questo campo, attraverso le varie misure strutturali adottate per conformarsi alle sentenze” dell’istituzione che ha sede a Strasburgo.

In un comunicato stampa rilasciato il 5 giugno 2014 nella sezione "newsroom" del sito del Consiglio d'Europa, si legge peraltro che "in occasione di un incontro con il ministro italiano della Giustizia, Andrea Orlando, tenutosi mercoledì a Roma, il Segretario generale, Thorbjørn Jagland, si è congratulato per i recenti sforzi intrapresi dall’Italia per riformare il sistema giudiziario, e per eliminare in particolar modo il sovraffollamento delle carceri. Giovedì, il Segretario generale ha incontrato il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con deleghe alle Politiche Europee, Sandro Gozi, il quale ha riaffermato il solido sostegno apportato dall’Italia all’adesione dell’Unione europea alla Convenzione europea dei diritti dell’uomo. Il Segretario generale ha inoltre parlato con gli onorevoli Orlando e Gozi della Carta sociale del Consiglio d’Europa e dell’importanza dell’evento previsto a ottobre a Torino in occasione dell’anniversario".

È possibile leggere il testo completo della decisione del Comitato nella sezione del nostro sito dedicata alle Novità giurisprudenziali.

Calendario incontri

Questo sito utilizza cookies tecnici ed analytics propri e di altri siti per consentire una agevole fruizione dei contenuti del sito e  per raccogliere informazioni in forma aggregata a fini statistici. Proseguendo la navigazione si acconsente all’uso dei cookies. Se vuoi saperne di più sui cookies o sui metodi per cancellarli o bloccarli utilizzando le opzioni del tuo browser clicca qui.